“Dipinti a cuore puro” Mostra personale di pittura

“Dipinti a cuore puro” è il titolo che mi è sembrato più adatto per descrivere questa mia mostra personale di quadri.

Ho ricominciato a dipingere pochi anni fa ricordandomi di un desiderio espresso da mio nonno… Quando avevo circa 17 anni mi commissionò tre quadri per incoraggiarmi a dipingere di più, perché secondo lui la pittura sarebbe potuta diventare la mia professione, ma non vedendomi abbastanza appassionata, voleva spronarmi in questo senso.

Di lì a poco però misi del tutto da parte quell’espressione artistica perché a quel tempo preferivo cantare e così il canto divenne per me la direzione da seguire.

Tuttavia certi ricordi riaffiorano e prendono significato anche dopo molti anni… ed è quel che è successo. Sono ritornata a dipingere da autodidatta, inizialmente senza la volontà di volermi addentrare molto, ma solo con l’intenzione di creare qualcosa di bello che potesse dare una sensazione di speranza e di ambizione al meglio.

Uno dopo l’altro sono nati questi dipinti, freschi e colorati.
Non ho quasi mai pensato prima di iniziarli ai soggetti che volevo rappresentare… ho seguito e ricercato invece, attraverso un processo di fiducia interiore, una sensazione che volevo ottenere ogni volta guardando il quadro finito:

Quella speciale senzazione che si prova in alcune fasi fortunate della vita, quando si percepisce dentro una particolare energia che muovendosi mette tutte le cose al posto giusto nei tempi giusti. Quella condizione ideale in cui ci si sente all’apice, carichi di emozioni belle che girano, risuonano dentro, e si attende e pregusta quello che dovrà arrivare di lì a poco, che sarà ancora meglio, ancora di più.

Questa sensazione l’ho inseguita abbandondomi alla certezza del suo arrivo.

“A cuore puro” perché ho avuto sempre la ferma volontà di esprimere con il dipinto la carica emozionale del benessere e del bene, a volte in modo naïf ma “a tutto volume”, senza pensare troppo, senza programmare, solo osservando e sentendo via via ciò che succedeva sulla tela.

Un processo creativo totalmente intuitivo che può essere metafora del modo in cui si ricerca la felicità…

Attraverso un viaggio la cui partenza è l’intuizione e la destinazione è lo stare bene, l’amore, senza sapere però la strada da prendere… ma confidando prima o poi di trovarla grazie alle rivelazioni del proprio istinto.

A garanzia di questo risultato finale, l’energia anticipata che già il desiderio stesso fa provare al cuore… fin dall’inizio.

Valentina F.